Privacy

Quando invii il modulo, controlla la tua tua mail per confermare l'iscrizione

Blog
8 Agosto 2020

Specialty People #3 Ferramenta – Generi Alimentari

A Sant’Arcangelo di Romagna, in un angolo del centro che racconta una storia secolare, si trova un locale che parla di tradizione e innovazione: carni frollate e piatti con ingredienti unici e ricercati, oltre alla possibilità di assaggiare ed acquistare il nostro caffè.
Raccontato e servito con la stessa passione con cui noi l’abbiamo presentato a loro quando ci siamo incontrati in fiera ed abbiamo dato il via alla nostra collaborazione.
Se ami la tradizione e ti piace sperimentare ma soprattutto se ti appassiona la storia nascosta in ogni ingrediente, non puoi non fermarti a cena da “Ferramenta – Generi Alimentari”.

– Ferramenta è una piccola boutique del gusto, ci racconti come è nata?


La storia di Ferramenta – Generi Alimentari racconta la tradizione di un luogo conosciuto da tutti a Sant’Arcangelo di Romagna.
Nell’800 i locali attigui alla vecchia ferramenta erano utilizzati per l’asta del bestiame: una tradizione popolare che nel tempo abbiamo voluto mantenere viva anche nella proposta del nostro menù grazie ad un’ampia scelta di carni pregiate.
Evoluzione è la parola che meglio descrive il percorso che abbiamo seguito: non ci sarebbe progresso senza legame con la storia e per questo motivo, tanto nella proposta gastronomica quanto nell’arredamento del locale, il legame con la tradizione è tangibile.
Da noi l’evoluzione si affianca alla tradizione passando per la ricerca e la valutazione del prodotto migliore, che in ogni fase della sua produzione ci comunica qualità.

– Ti occupi personalmente della selezione prodotti? Se sì, come sei venuto in contatto con i nostri caffè e perché li hai scelti?


La selezione dei prodotti è un momento cruciale del nostro lavoro; li scegliamo in maniera oculata e minuziosa.
Assieme allo chef ne esaminiamo la qualità e ne studiamo provenienza, storia e valori.
Ci piace conoscere davvero i nostri prodotti e per farlo è necessario incontrare i produttori perchè sono loro a farci innamorare delle materie prime e a legarci ad esse.
Abbiamo conosciuto il caffè e il vostro team in fiera dove siete riusciti, con la passione e la vostra storia, a creare un legame tra le nostre due realtà e a far sì che scegliessimo di portare i vostri caffè nella nostra bottega alimentare.
Scegliamo sempre prodotti veri, che abbiano un’anima e che come il nostro locale siano appunto testimoni di un racconto: voi di Le Piantagioni siete riusciti a conquistarci con la vostra storia avvincente quando ci siamo incontrati, da allora la raccontiamo tutti i giorni ai nostri clienti attraverso i caffè che serviamo nel nostro locale!

– Immaginiamo che i prodotti sugli scaffali siano gli stessi che utilizzate in cucina: riesci sempre a creare una connessione tra i due spazi? Il cliente è invogliato a portarsi a casa parte della qualità che ha trovato nel locale?

La funzione reale degli scaffali espositivi della nostra bottega è quella di creare curiosità, di invogliare il cliente a toccare con mano i prodotti appena degustati e soprattutto di fornirgli la possibilità di portarseli a casa.
È come una libreria, solo che al posto di portare a casa cultura attraverso le parole dei libri, la porti attraverso i sapori dei prodotti che hai scelto.


– “Artigianalità” intesa come dedizione estrema al mestiere e cura dei particolari, è una parola che accomuna le nostre due attività: ti sembra che il cliente percepisca l’intento di andare oltre la qualità della materia prima?


Il cliente di solito sceglie il nostro locale perché sa di trovarvi una maniacale cura dei dettagli in ogni nostra scelta gastronomica.
Chi viene da noi riconosce la qualità, se ne affeziona e non se ne
discosta più: gli scaffali e i prodotti in vendita servono anche a questo, a rimarcare il concetto di qualità!
L’artigianalità per noi sta anche nel gestire i rapporti con fornitori e clienti per permettere che evolvano in interessanti collaborazioni: si cresce insieme!

Quando vendi o servi il caffè, pensi che i clienti siano consapevoli del prodotto che stanno
acquistando? Se sì, come hai superato la barriera dello scetticismo verso un caffè speciale e diverso da quello servivi in precedenza? 


Diventano consapevoli quando ci conoscono, quando ci scelgono. Torniamo al concetto trattato nella prima domanda: la consapevolezza del prodotto per i nostri clienti è allo stesso tempo un percorso di evoluzione e crescita.
Siamo partiti molto cauti, cercando di educare il cliente partendo attraverso l’assaggio prodotti che mettiamo nel piatto.
Basti pensare che da quando abbiamo aperto le porte del ristorante, siamo passati da un caffè con etichetta locale, ad uno regionale fino ad arrivare a Le Piantagioni del Caffè.
Oggi riteniamo che il nostro cliente sia pronto ad accogliere la novità ed andare oltre quelle che sono le barriere dell’abitudine del gusto. I caffè che ora serviamo non sono volti ad accontentare il gusto canonico e le richieste del cliente; sono caffè che permettono al cliente di vivere un’esperienza sensoriale e di evolvere quindi insieme a noi.

– Quale caffè servi ai clienti del ristorante e quale invece si trova sugli scaffali?


Come accennato i prodotti che serviamo sono identici a quelli che i clienti possono acquistare.
Ad oggi serviamo, estraendoli in espresso, 85/15, Cachoeira da Grama e Yrgalem.
I nostri clienti quindi, guidati da noi e dalla descrizione dei vostri prodotti, scelgono di fare questa esperienza e si approcciano all’assaggio in maniera più critica: ne restano piacevolmente sorpresi e quando tornano a trovarci hanno voglia di sperimentare!


– Descrivi con tre parole la tua attività e il nostro prodotto. È un gioco che ci piace fare con chi come noi, ama la semplicità e mira a rendere comprensibile prodotti o concetti più ricercati che fino ad ora erano conosciuti solo dagli appassionati.


Farò di più, descriverò con gli stessi aggettivi e le stesse parole entrambe le nostre attività: siamo unici, siamo pionieri, siamo ricercatori incalliti della qualità e più di tutto siamo appassionati e dediti!