Certificazione Fairtrade

Fairtrade è un’organizzazione globale che, attraverso il marchio di certificazione Fairtrade, ha come finalità quella di garantire migliori condizioni di vita e lavoro per i produttori e i lavoratori dei Paesi in via di sviluppo.
L’organizzazione si propone di sviluppare prodotti certificati di qualità, che rispettino condizioni di scambio eque e che provengano da filiere controllate. Portando questi prodotti al maggior numero possibile di persone, sarà possibile rendere consumatori, aziende e istituzioni più consapevoli e responsabili dell’impatto che le scelte quotidiane generano nella produzione, nell’acquisto e nel consumo.

Perché un caffè sia certificato Fairtrade, tutti gli attori della filiera devono attenersi agli standard Fairtrade, che sono in continua revisione e miglioramento. I produttori devono operare secondo piani di sviluppo del business che prevedano la formazione su pratiche agricole ambientalmente sostenibili, la proibizione di ogni discriminazione tra i lavoratori e del lavoro forzato, il divieto di lavoro minorile, l’obbligo di assunzione regolare disciplinata da contratto.

I Trader sono obbligati a stipulare con i produttori contratti vincolanti e trasparenti, a creare relazioni durature e di reciproco supporto che prevedano anche il prefinanziamento, a pagare un prezzo remunerativo che sia superiore al Prezzo Minimo Fairtrade e a pagare un premio per lo sviluppo di attività a favore della comunità. Infine i Trasformatori come noi sono vincolati a una serie di prescrizioni relative all’uso del marchio, all’imballaggio dei prodotti finiti e non finiti e alle prassi commerciali in termini di tracciabilità, contratti e prefinanziamento.

Dicono i nostri amici di Fairtrade “Immaginiamo un mondo nel quale tutti i produttori possano vivere e lavorare in modo sicuro e sostenibile, realizzare le proprie potenzialità e decidere del proprio futuro. La nostra aspirazione è trasformare il commercio globale promuovendo condizioni di scambio più eque.