Caffè di Piantagione dal 1994

“Scommettere sul caffè di piantagione in quegli anni era utopistico. Ma eravamo talmente convinti che quella fosse la strada giusta
che abbiamo continuato a percorrerla finché le nostre convinzioni hanno trovato un riscontro positivo”.

Enrico Meschini

Caffè di Piantagione è la scelta di fondo che fino dal 1994 ha contraddistinto la nostra attività.
Caffè di piantagione, per portare in tazza l’impatto sensoriale e la costanza che possono essere garantiti solo da caffè controllati lungo tutta la filiera, partendo dall’ambiente colturale e passando per le varietà botaniche utilizzate, le modalità di raccolto e il processo di lavorazione e di selezione.

Dal 1994 ogni giorno il caffè di piantagione è ciò che ci ha permesso e ci permette di lavorare in modo alternativo alla torrefazione tradizionale, in ogni cosa che facciamo.

In un giorno qualsiasi, mentre un torrefattore tradizionale è in ufficio e alza il telefono per chiamare un trader e ordinare il caffè verde che gli necessita, Prunella, responsabile dell’attività di ricerca del caffè crudo, è in aeroporto e sta partendo per andare a visitare un Paese produttore.
Incontrerà produttori da cui già acquistiamo caffè, visiterà le loro piantagioni e condividerà le nostre nuove necessità ed i loro problemi.
Insieme cercheranno di migliorare la materia prima e di trovare quella che più si adatta alle nostre esigenze.
Nel suo viaggiare visiterà altre piantagioni e, forse, al suo ritorno ci annuncerà di aver trovato un nuovo caffè interessante. Potrà essere necessario anche più di un anno e un lunghissimo lavoro di laboratorio fatto di prove di tostatura ed assaggi, per essere pronti ad offrirlo ai nostri clienti.

Quando avremo terminato questo lavoro preliminare saremo sicuri di cosa andremo a proporre e avremo stretto una nuova collaborazione, e forse una nuova amicizia, con un produttore dall’altra parte del mondo.

Nel frattempo, in laboratorio, avremo continuato ad assaggiare i campioni dei caffè di piantagione che già conosciamo. In questo modo ogni caffè che arriva alla tostatura è un caffè di cui ci possiamo fidare ciecamente.

Girare il mondo in cerca di caffè non significa fare il lavoro dei produttori, ma entrare in contatto con loro, condividere informazioni, aiutarli a migliorare la qualità del loro caffè così da migliorare, contemporaneamente, la qualità dei nostri prodotti e imparare da loro, che vivono tutto l’anno in mezzo alle piante di caffè.
Il rapporto diretto con i produttori ha permesso a noi di accrescere le nostre conoscenze e a molti di loro di consolidare la loro vocazione a produrre caffè di qualità. Questa crescita ha permesso, inoltre, a tanti di loro di migliorare stile di vita, condizioni lavorative e di trarre da questo rapporto speciale con noi soddisfazione professionale.
Questo rapporto con i produttori rappresenta oggi il nostro più grande investimento sul futuro: ci permette di verificare costantemente, di anno in anno, che il livello qualitativo e le caratteristiche di ciascuno dei caffè che acquistiamo non si modifichi nel tempo. Una garanzia di costanza per noi e per chi utilizza i nostri caffè.

Ogni giorno, davanti alla macchina tostatrice, il nostro mastro tostatore si prepara per un’intensa giornata di lavoro.
Ad ogni tostata è necessaria tutta la sua esperienza per estrarre dal caffè tutti gli aromi, valorizzarne al massimo le caratteristiche organolettiche e creare un prodotto di eccellenza, frutto di tutto il lavoro di ricerca svolto in precedenza.
Ogni caffè di piantagione viene tostato separatamente utilizzandola curva di tostatura più adatta.
Nella macchina tostatrice il caffè subisce una profonda trasformazione: è compito del tostatore valutare il giusto momento in cui interrompere questo processo e avviare la fase di raffreddamento, rigorosamente ad aria. Perché se è vero che le macchine sono in grado di migliorare il nostro lavoro è altrettanto vero che per farlo hanno bisogno di essere guidate dal persone esperte.

La curva di tostatura che viene adottata per ogni caffè di piantagione non ha lo scopo di seguire criteri quali la velocizzazione del processo o il raggiungimento di un determinato colore del caffè tostato, bensì è finalizzata allo sviluppo di aroma e gusto di quello specifico caffè.
È proprio qui, nella tostatura, che è fondamentale utilizzare caffè di piantagione: conoscere i caffè, sapere che sono stati lavorati sempre nello stesso modo, averli controllati e verificati lungo tutta la filiera, ci permette di lavorare con una materia prima il più possibile costante.
Con questa premessa dobbiamo solo fare del nostro meglio per ottenere un caffè di qualità vera!

Se è vero che l’utilizzo di caffè di piantagione, controllati lungo tutta la filiera, ci dà garanzia sul livello qualitativo della materia prima, è anche vero che l’imprevisto può sempre accadere.
Per prevenirlo e per verificare il risultato del nostro lavoro, abbiamo creato un sistema di controllo qualità di tutti i prodotti che realizziamo ogni giorno: per ognuno di essi viene effettuata una campionatura, analizzata in laboratorio quanto a colore, integrità fisica e risultato in tazza, utilizzando un metodo di assaggio originale e depositato.
La costanza dei nostri caffè di piantagione ci ha permesso di stabilirne i parametri di riferimento: il caffè potrà essere messo in commercio solo se questi sono rispettati.
Il controllo qualità è l’ultima fase di un processo di lavorazione che fa della qualità il nostro reale punto di forza, un modo d’essere e di lavorare e non una semplice parola.

Da lunedì 14 agosto saremo chiusi per ferie estive. Le spedizioni riprenderanno il 28 agosto. Buone vacanze!
Summer closure from 14th August until 27th August. Enjoy you holidays! Rimuovi